25 agosto 2011

DELLA FANTASCIENZA (O DELLE IDEE)

Nella letteratura contemporanea qual è il genere più filosofico, metaforico, in grado di riflettere sulla condizione dell'uomo come individuo e dell'umana civiltà? La fantascienza, paradossalmente. Come in ogni genere, ci sono filoni “alti” e filoni “bassi”, ma la Fantascienza d'Autore rifugge il confine dell'etichetta. Mi sono avvicinato quasi per caso ad alcuni romanzi (il primo fu La città e le stelle di Arthur Clarke) in cui ho trovato delle straordinarie riflessioni: basta un assaggio per essere subito catturati da idee originali e significative, concrete e senza tempo, come quelle trasmesse dalla fantascienza colta. Ho realizzato che la fantascienza è la letteratura delle idee.

Isaac Asimov