20 giugno 2012

BROOKS: CICLO DEGLI EREDI


Composta da 4 volumi, questa saga si svolge dopo alcune generazioni dalla trilogia centrale di Shannara.
Nel primo libro, Gli Eredi di Shannara, vengono introdotti molteplici personaggi che tessono diverse linee narrative. In gran parte si parla del viaggio dei tre protagonisti principali, con alcuni compagni, che devono incontrare lo spettro del druido Allanon per conoscere i propri compiti. Parallelamente Terry Brooks traccia la situazione delle Quattro Terre, cadute sotto la tirannia politica della Federazione e la subdola minaccia di creature magiche chiamate Ombrati.
L'ambientazione entro la quale si muovono i personaggi è la parte più originale, così come l'ambiguità delle parti (non c'è un male assoluto incarnato da un signore oscuro, come spesso accade nel fantasy). Personaggi ed eventi sono abbastanza agli antipodi di quelli canonici già sfruttati nel ciclo originale di Shannara; pur rispettando certe regole da cui il fantasy dipende (destino, viaggio, battaglia) il contesto creato qui ha un'originalità sua, interessante, con il pregio di una narrazione perfettamente equilibrata.

13 giugno 2012

NEIL YOUNG & CRAZY HORSE: AMERICANA


Un disco di cover mancava nella carriera di Neil Young. Una mancanza di cui non sentivamo la mancanza, a onor del vero, perché da una macchina a ciclo continuo come Young non ci si sarebbe mai aspettata una “pausa di riflessione” e la scelta di canzoni altrui piuttosto che la propria, rinnovata ispirazione. Per fortuna, ora che il disco di cover è nelle nostre mani, sappiamo che non è andata esattamente così, che esso rappresenta solo una delle tante sue esilaranti deviazioni dalla linea retta della strada.
Già all'inizio dell'anno scorso (o era il 2010?) Young aveva tentato una reunion con i Crazy Horse, invano. Poi quando il momento è stato buono e l'alchimia ha ricominciato a funzionare (dai tempi del tour di Greendale, 2003), il Cavallo ha ingranato. Presumibilmente Neil non è arrivato con nuove canzoni già chiare nella mente, quindi il Cavallo ha iniziato a jammare (come d'abitudine). Chissà come, chissà da dove, Neil ha poi tirato fuori “Oh Susannah”, “This Land Is Your Land”, “Wayfarin' Stranger” e altre folk-songs americane e, di colpo, ecco il disco di reunion della band. La natura ha fatto il suo corso, comunque, e jammando ecco che nuove canzoni hanno preso forma e un secondo album (molto lungo, a sentire le prime indiscrezioni) ha immediatamente fatto seguito ad Americana. Arriverà alla fine dell'anno, o forse il prossimo, e sarà il vero ritorno dei Crazy Horse.

10 giugno 2012

BROOKS: IL PRIMO RE DI SHANNARA

Si tratta del prologo, in un unico libro, di quelle che saranno le vicende narrate in La Spada di Shannara: l'ex druido Brona, sopraffatto dalla sua sete di magia e ora una sorta di spettro, si scaglia contro i druidi e i popoli delle varie terre scatenando la seconda guerra delle razze.
Questo libro ha successo laddove l'originale Shannara falliva: nel rispettare un canone fantasy ma adattandolo a un mondo e a un continuum propri, in modo che la vicenda risulti, nel suo piccolo, originale e interessante. Ci sono i druidi, il cui isolamento e ottusità ne causano l'autodistruzione, e c'è il druido “esiliato” più saggio e astuto, Bremen, che tira le fila dell'intera storia. Ci sono alcuni druidi appartenenti ad altre razze, Elfi e Nani, a cui toccano ruoli e destini diversi. C'è un guerriero elfico dall'anima combattuta, Jerle Shannara, che finisce per salire al trono e impugnare la spada contro il nemico. E c'è la spada, che viene forgiata unendo insieme il potere magico e la nozione scientifica.