24 novembre 2012

SCATTI

Non so cosa scrivere, o meglio, cosa pubblicare.
Perciò, beccatevi questi. Immagini anziché parole. Silenzio.
Perché no?

Soul Portrait

16 novembre 2012

STEPHEN STILLS 1968-71: L'ESORDIO SOLISTA


La creatività musicale sfaccettata di Stephen Stills emerge prepotentemente nei suoi primi lavori, ispirati, freschi e del tutto personali. Stills, il più virtuoso tra Crosby, Stills & Nash, vanta molte collaborazioni con grandi chitarristi, incluso Jimi Hendrix. Una prova della sua abilità e creatività musicale è stata sicuramente la band dei Manassas, purtroppo di vita breve. Anche il primo e il secondo album solisti raccolgono brani indimenticabili (anche se solo una è rimasta tra i cavalli di battaglia dei concerti di CSN, ovvero “Love The One You're With”).

7 novembre 2012

NEIL YOUNG & CRAZY HORSE: PSYCHEDELIC PILL


L'avevo detto, dopo Le Noise: Neil Young sta inaugurando un decennio di nuovi traguardi. Nuovi traguardi di tipo bizzarro, perfettamente nel suo stile, come appunto l'album del 2010 prodotto da Daniel Lanois, e nuovi traguardi nello stile glorioso di sempre, come questo Psychedelic Pill.
Il decennio 2000-09 non può essere paragonato, in termini di sperimentazione, agli erratici anni 80 di Young. L'istinto di sondare nuovi territori e rispondere a fulminee idee del momento, pure, è sempre stata una sua costante younghiana sin dai gloriosi giorni dei Buffalo Springfield. Tuttavia album come Living With War, Fork In The Road e Greendale sono instant-records che non hanno molti precedenti nella carriera younghiana. Quest'ultimo decennio si staglia abbastanza nitidamente da tutto ciò che è venuto prima, come quarta fase di una carriera lunga e produttiva.

1 novembre 2012

CSN: AFTER THE STORM (1994)

 
“Dopo la tempesta”: davvero un titolo significativo per questo disco, che segna il ritorno di Crosby, Stills & Nash in ottima forma. La tempesta degli anni '80 era stata musicale (gli scarsi e artefatti risultati di American Dream e Live It Up) ma anche personale (la gravissima dipendenza da droghe di David Crosby e le sue grane legali).
After The Storm ci riporta al sound e allo stile compositivo dei Settanta, pur con ispirazioni di tipo diverso, una maturità finalmente abbracciata, che sarebbe poi stata confermata dagli sporadici lavori successivi dei tre artisti in combinazioni diverse (il progetto CPR di Crosby; l'album Crosby & Nash, 2004; qualche altro lavoro solista). Ma After The Storm è comunque l'ultimo album di inediti a firma CSN, escludendo la parentesi di CSN&Y del 1999 (il non disprezzabile Looking Forward).