16 dicembre 2012

CONSIGLI PER RIMANERE AGGANCIATI ALLA FANTASCIENZA

Una Top 10 dei libri di fantascienza non è argomento facile. Leggo spesso su Anobii qualcuno che cerca disperatamente di classificare... Non sarebbe facile nemmeno fare una Top 100 degli autori. La fantascienza si è evoluta parecchio nel corso di un secolo, rinnovandosi in modo intelligente e al passo con i cambiamenti. Anche limitandosi al periodo d'oro, ovvero alla fantascienza classica, il panorama è talmente vario che, per stilare una classifica un minimo obiettiva, si dovrebbe aver letto migliaia di romanzi.
Ecco perché non parto neanche con queste premesse: voglio semplicemente dare un consiglio a coloro che si vogliono addentrare nel genere. Io mi ci sono appassionato grazie ad alcuni libri letti durante l'adolescenza, poi ho esplorato molti altri scrittori, stili, correnti. E credo che non finirò mai.
Volete iniziare a leggere fantascienza? Bene, secondo me dovreste provare questi sette libri (più uno bonus), dopodiché o sarete agganciati per sempre, o potrete darvi a Nicholas Sparks...

1) La città e le stelle - Arthur C. Clarke
Credo sia fuori catalogo, come spesso accade in questo genere; recuperate l'edizione Urania Collezione. Il romanzo è molto breve e di scorrevole lettura: è affascinante ed esplora i concetti più tipici della fantascienza, la società distopica e lo smarrimento dell'individuo.



2) 1984 - George Orwell
Un classico della letteratura che rientra a pieno titolo nella fantascienza: ritrae un mondo totalitario e oppressivo. Orwell non è uno scrittore legato al genere, ma il suo stile aggancia dalla prima all'ultima riga. Consigliato a chiunque.

3) Trilogia della fondazione - Isaac Asimov
Tre libri, sì, ma brevi. E' stata premiata come la miglior saga del XX secolo. Non solo è il miglior Asimov, che a sua volta è uno dei Big della fantascienza, ma è il miglior esempio di space opera cerebrale: niente inseguimenti spaziali, ma visioni sociologiche e tecnologiche sostenute da un ritmo incalzante.

4) Cronache marziane - Ray Bradbury
A questo punto dovreste essere già agganciati. Bradbury è un esempio di scrittore che talvolta usa il genere fantascientifico come semplice scenario. Questa è un'antologia di racconti legati al tema della conquista di Marte, ma la magia di Bradbury esce sempre da qualunque etichetta.


5) Il mondo sommerso - James G. Ballard
Lo scrittore che ha dato il via alla corrente new wave inglese, esplorando l'universo interno alla psiche umana e le sue modificazioni in rapporto con l'evoluzione tecnologica e sociale. Questo è uno dei migliori tra i suoi romanzi inscrivibili nella fantascienza, dove l'umanità è in fase di estinzione e la miglior cosa da fare è accettare il cambiamento. Da leggere con estrema attenzione.

6) Andromeda - Michael Crichton
Thriller fanta-tecnologico di semplice e genuina impostazione. Può sembrare strano includerlo qui, ma vi ho trovato un forte stimolo nel continuare con questo genere. Crichton, comunque, è stato un grande della narrativa contemporanea.

7) Anni senza fine - Clifford Simak
Letto più di recente rispetto ai precedenti, è un'opera imprescindibile, da molti considerato il miglior romanzo assoluto di fantascienza. La narrazione e le immagini di Simak si avvicinano alla poesia e alla leggenda, proprio come le leggende future di cui ci narra. Anche qui, prestate molta attenzione.

Bonus: 8) Tutti i miei robot - Isaac Asimov
A questo punto potete proseguire dove volete e sondare le possibilità infinite che offre la fantascienza. Come consiglio, questa raccolta racchiude il corpus fondamentale dell'epopea speculativa di Asmov sui robot, una delle pietre miliari della letteratura fantastica.

Leggi anche:
Della fantascienza (o delle idee)
M. John Harrison
Philip J. Farmer: pt.1  pt.2  pt.3

Nessun commento:

Posta un commento