19 luglio 2015

JOE HILL: LA SCATOLA A FORMA DI CUORE



Sono andato a ritroso nella lettura di Joe Hill, partendo dall'ultimo romanzo finora pubblicato fino a questo primo. Come prevedibile il percorso è andato in discesa: ritengo infatti che NOS4A2 non sia soltanto superiore su tutti i livelli (idea, narrazione, stile personale), ma stia proprio su un altro pianeta rispetto a La scatola a forma di cuore. Qui mi sono trovato per le mani un romanzo horror facilmente etichettabile, una storia di spettri con una rockstar antipatica come protagonista. 

5 luglio 2015

KING: REVIVAL (2014), RITROVARE IL GOTICO NELL'AMERICA CONTEMPORANEA



Revival si annuncia sin dal titolo e dalle dediche (Fritz Leiber, Bram Stoker, Mary Shelley, H.P. Lovecraft, Robert Bloch, l'amico Peter Straub ed altri) come una riproposizione della, e un tributo alla, narrativa fantastica americana di matrice gotica, tipica del periodo a cavallo tra 800 e 900 ma rimodernata a metà del secolo scorso da autori caleidoscopici come Bradbury e Leiber. King è sempre stato un erede di questo filone, avendo riplasmando il fantastico alla sua maniera, sfaccettandolo con elementi horror, thriller, fantasy ma soprattutto umanistici e moderni.
Il narratore di Revival, in prima persona, è un musicista di nome Jamie. Ci racconta la sua storia attraverso i momenti cruciali che cambiano la sua esistenza e che coinvolgono un reverendo di nome Charles Jacobs. Questi è il co-protagonista (perché altri non ce ne sono) e al contempo l'antagonista del romanzo. Le vite di entrambi procedono con episodi tragici e sconvolgenti come se fossero legate: perdono la fede e vivono esistenze per lo più vuote, riempite dalle proprie ossessioni. Jacobs in particolare, ogni volta che lo incontriamo è sempre più ossessionato dal suo singolare hobby: sperimentare strane forme di elettricità. La chiama "elettricità segreta" e crede di aver scoperto, imbrigliato in fenomeni elettrici naturali come i fulmini, una forza estranea al nostro mondo capace di aprire squarci in un'altra esistenza. Ma soprattutto in grado di curare i mali delle persone, almeno in apparenza.