26 novembre 2015

BALLARD-PENSIERI: IL CAMALEONTE ADEGUA LA SUA IDENTITA' ALL'AMBIENTE

Lui, già molti decenni fa, ha saputo vedere le circonvoluzioni dell'umanità, incluse le più estreme e paradossali, spiegando con precisione il modo in cui ci stiamo comportando qui e ora. Fornendoci quasi una guida, un sentiero già battuto. La cosa che lo distingue da altri cosiddetti precursori è che Ballard non è mai stato uno scrittore di fantascienza. Sì, ha utilizzato degli spunti fantascientifici nei suoi primi romanzi e racconti, ma poi non ne ha più avuto bisogno, trovando nel mondo contemporaneo un terreno ancor più fertile e ricco. 


Il primo concetto a cui penso rileggendo High Rise, Il Condominio, è:
  • Abbracciare il cambiamento anziché fuggirlo e, come un camaleonte, lasciare che la propria identità si adegui al nuovo ambiente.

7 novembre 2015

RICHARD MATHESON: TRA SCI-FI E GHOST-STORY


Mi sono approcciato per la prima volta a Richard Matheson con tre suoi romanzi: Io sono Leggenda, Io sono Helen Driscoll e Ghost.
Io sono Leggenda, uscito nel 1954, terzo romanzo dopo un paio di thriller, ha consacrato Matheson alla narrativa fantastica: un ibrido di fantascienza, thriller, horror e mistery. La storia è di derivazione post-apocalittica, ambientazione prettamente fantascientifica ma con elementi di derivazione gotica, dato che i "cattivi" qui sono i vampiri che hanno popolato il mondo. In realtà si tratta di esseri umani trasformati in creature non-morte a seguito di un'inspiegabile epidemia. L'unico umano ancora normale in un mondo di vampiri cerca in tutte le maniere di sopravvivere, ma è lì lì per mollare, ormai sull'orlo dell'alcolismo. Premessa, questa, che pone il romanzo agli antipodi della letteratura alla Dracula: una posizione voluta e ben calcolata da Matheson.