25 giugno 2017

STEPHEN KING CONNECTIONS: COLLEGAMENTI TRA LE OPERE (pt.4)


Pet sematary (1983)
- Una scarpa di Gage Creed, investito dal camion, viene ritrovata dai protagonisti di Insomnia.
- Vengono menzionate Jerusalem's Lot (la cittadina di Le Notti di Salem e dei racconti Jerusalem's Lot e Il bicchiere della staffa) e Derry (la città di It, Insomnia, Mucchio d'ossa, 22/11/63 e L'acchiappasogni), entrambe menzionate anche in molti altri romanzi e racconti.
- Viene menzionato il cane Cujo di Castle Rock.
- Ludlow e la maledizione indiana sono menzionate in Tommyknockers; gli indiani Micmac sono menzionati anche in Cell.
- La frase “morto è meglio” compare anche in Duma Key.
- Alcuni elementi del romanzo si ritrovano in un racconto precedente, Il gatto del diavolo.


Il talismano (1984)
- Jack è protagonista anche del seguito, La casa del buio.
- Jack approda in quelli che lui chiama Territori, che altro non è che il Medio-Mondo dove si svolge la saga della Torre Nera.
- Viene introdotto il concetto di Gemellante e Svelto Parker dice di essere un pistolero.
- Alcune figure rimandano a servitori del Re Rosso o a incarnazioni di Randall Flagg (L'ombra dello scorpione, Torre Nera, Gli occhi del drago). Si menzionano anche “passeri con due teste”, di cui parla anche Flagg nella Torre Nera.
- King ha detto che il luogo dove Jack incontra Sophie è lo stesso in cui è ambientato il racconto Le piccole sorelle di Eluria, spin-off della saga della Torre Nera.
- Morgan Sloat con una chiave magica apre dei varchi tra i mondi descritti in modo molto simile alle sottilità che appaiono nella saga. Ci sono inoltre luoghi dove la separazione tra i mondi diventa sottile, come la Thayer School.
- Il talismano ha poteri analoghi alla Torre stessa: Jack capisce che è una sorta di perno tra diversi universi e tempi.
- Jack è protagonista anche di La casa del buio, seguito di Il talismano.
- I Territori vengono menzionati anche in La storia di Lisey e The dome.
- Jack Sawyer fa una breve apparizione in Tommyknockers, dove incontra Jim Gardener all'Alhambra Hotel.
- La catastrofe alla fine del libro, quando Jack prende il talismano, somiglia alla forte tempesta in conclusione di It.


L'occhio del male (1984)
- Richard Ginelli viene nominato in La chiamata dei tre.


Unico indizio la luna piena (1985)
- Clyde Corliss dice di essere fuggita da Salem's Lot, e infatti il suo nome appare in Le notti di Salem.
- Un personaggio chiamato Martin Coslaw appare anche in Blaze.
- Si nomina Chester's Mill, la cittadina di The dome (menzionata anche in Cose preziose, Cell e nel racconto N.).


It (1986)
- Il clown appare nella città di Lud, nella saga della Torre Nera, e viene descritto dai personaggi con gli stessi paragoni che usa Georgie Denbrough.
- Sia in Pennywise che nel Re Rosso, nella saga della Torre Nera, troviamo il concetto di “luce dei defunti”, di cui si parla anche in Insomnia.
- Sono innegabili le somiglianze tra Dandelo e It: entrambi si nutrono di emozioni umane e assumono forma ragnesca. King dice che non sono lo stesso essere ma possono appartenere alla stesse “specie”. Anche nel racconto Il poliziotto della biblioteca c'è una creatura analoga.
- Durante la battaglia finale, e in altre parti del libro, viene citata la Tartaruga (e “la voce della Tartaruga”) come un guardiano in grado di contrastare il mostro; si apprende poi che è morta. La Tartaruga gioca un ruolo chiave nella saga della Torre Nera, e si allude a essa anche in Insomnia.
- In un discorso di Stan c'è un preciso riferimento a universi paralleli collegati tra loro e a una "rosa che canta", oggetto chiave della saga della Torre Nera.
- Nella casa di Neibold Street è presente la stessa carta da parati, con folletti saltellanti e maliziosi, della casa di Dutch Hill in Terre desolate. Inoltre la casa ha un'aura simile alle case che appaiono in Le notti di Salem, La casa del buio, Terre desolate, Rose Red (serie tv) e nel racconto Ti prende a poco a poco.
- Appare il numero 19, che ha un ruolo chiave nella saga della Torre Nera.
- Nella Torre Nera compare un robot chiamato Bill Tartaglia, che è il soprannome di Bill Denbrough.
- Ben, in viaggio, sente il suono delle campanelle di Contezza descritte nella Torre Nera.
- Appare la frase "Il mio nome è Legione", presente anche in La tempesta del secolo, L'ombra dello scorpione e La casa del buio; il nome Legione è menzionato anche nella Torre Nera.
- La storia è ambientata a Derry, luogo centrale dei romanzi Insomnia, L'acchiappasogni, Mucchio d'ossa e 22/11/63; appare o viene menzionato anche in Pet Sematary, Tommyknockers, L'uomo in fuga, Cose preziose, La storia di Lisey, The dome, nella Torre Nera e in alcuni racconti (Il virus della strada va a nord, La scorciatoia della signora Todd, Il camion dello zio Otto, Finestra segreta giardino segreto, Muto, Il volatore notturno).
- Delle vicende di It, del Club dei Perdenti e di Pennywise si parla in L'acchiappasogni.
- Mike e Ritchie hanno la visione dell'arrivo del mostro dallo spazio: in L'acchiappasogni viene suggerito che Mr. Gray sia uno degli alias di Pennywise.
- William Denbrough viene menzionato anche in Mucchio d'ossa.
- Denbrough, uno dei personaggi, è uno scrittore, come i protagonisti di Le notti di Salem, Mucchio d'ossa, Misery, Shining, La metà oscura, Tommyknockers, Desperation, La storia di Lisey e diversi racconti (Il virus della strada va a nord, 1408, Il word-processor degli dei, La fine del gran casino, Dedica, L'ultimo caso di Umney, Area di sosta, Finestra segreta giardino segreto).
- Mike Hanlon appare anche in Insomnia, dove viene menzionato anche Ben Hanscomb, gli omicidi e lo stesso It.
- Bill Denbrough pronuncia uno scioglilingua che anche Mark Petrie pronunciava per mantenere la concentrazione, in Le notti di Salem.
- La figura di Pennywise che spunta dal tombino appare anche in Tommyknockers; vengono anche udite risate e voci dalle tubature.
- La sorella di Edgar, in Duma Key, parla di voci attraverso le tubature del bagno.
- Il simbolo sulla porta che conduce alla tana di It è lo stesso che c'è sulla scatola aliena di The dome.
- Viene raccontato di Dick Hallorann, il cuoco di Shining chiaroveggente: è il soldato che salva il padre di Mike Hanlon da un incendio (episodio narrato anche dallo stesso Hallorann in Shining).
- Henry Bowers guida la Playmouth Fury protagonista di Christine, e la menziona quando parla con Pennywise.
- In Misery, Paul Sheldon dice di essere stato vicino di casa di Eddie Kasprack.
- La massiccia tempesta alla fine del libro è somigliante a quanto accade alla fine di Il talismano.
- Patrick Hockstetter, vittima di Pennywise, porta lo stesso nome di un dottore in L'incendiaria.
- In Il gioco di Gerald, quando Jessie si riferisce all'uomo nero che spaventa al buio i bambini, ne parla come It.
- Viene nominato Frank Dodd come il poliziotto assassino di Castle Rock (La zona morta).
- Ben Hascomb vive a Hemingford Home: è la città di Mamma Abagail di L'ombra dello scorpione e dei racconti L'ultimo piolo e 1922.
- L'alluvione viene ricordata nel racconto La giusta estensione, dove si menziona anche la signora Denbrough e vari luoghi di Derry.
- Alcuni dei protagonisti passano per Haven, città vicina a Derry dove si svolge Tommyknockers; uno di loro lì ha una zia.
- Viene nominato il carcere di Shawshank (Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank).
- Viene nominata la cittadina di Gatlin del racconto I figli del grano.
- L'ospedale psichiatrico Juniper Hill ospita per un po' anche Nettie Cobb di Cose preziose; viene menzionato anche in Il gioco di Gerald, Cell e La storia di Lisey.
- Nelle referenze di copyright di Duma Key appare: "Permission to use lyrics from 'Dig' by Shark Puppy (R. Tozier, W. Denbrough)".
- Nelle referenze di copyright di La bambina che amava Tom Gordon appare: “Lyrics from 'Gotta Get Next To Next You (Jus' Slip Me A Taste)' by Richie 'Records' Tozier”.


Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento