9 maggio 2018

Pillole - GOTHAM: STAGIONE 4 EPISODI 1-12



Gotham torna a regime, dopo l'abbastanza deludente terza stagione. La quarta stagione, sottotitolata A Dark Knight, prende spunto vagamente dalle storie a fumetti Il lungo Halloween, Batman Anno Uno e Terra di nessuno. Nel primo arco narrativo (tute le stagioni ne hanno due che le dividono a metà) vede Gordon combattere contro la corruzione interna alla GCPD, ormai al soldo di Pinguino, e contro uno psicopatico chiamato Pig che fa fuori i poliziotti uno dopo l'altro in modi piuttosto coloriti. Intanto l'impero di Pinguino deve contrastare una nutrita schiera di femme fatales: l'arrivo in città della figlia di Falcone e un trio letale: Barbara, Tabitha e la giovane e sempre più spietata Selina. C'è anche un'apparizione dello Spaventapasseri e il ritorno poco significativo di Ed Nigma, che speriamo siano sviluppati prossimamente.
E Bruce Wayne? Anche lui è sempre più ribelle e spietato, fa i conti nientemeno che con Ra's al Gul (concludendo l'escalation della serie precedente) ed è ormai a un passo dall'essere il leggendario vigilante mascherato. Ma è ancora troppo sfrontato e ingenuo e nemmeno Alfred riesce a tenerlo a bada.
Un arco narrativo saldo e compatto che non cede alle inutili divagazioni e ai troppi personaggi della precedente serie. Dato che non c'è granché di nuovo o inaspettato in quello che vediamo (giunti a questo punto è inevitabile) ora la serie dovrebbe consolidare quello che ha messo in piedi possibilmente chiudendo il ciclo di qualche personaggio (visto che c'è tanta roba in ballo), mantenendosi avvincente e ben realizzata pur con i suoi ovvi clichè (ormai Gordon ha sempre la stessa espressione e possiamo prevedere cosa dirà/farà a ogni scena, ma non importa, fa parte di questo genere di prodotti).
La prima parte della stagione 4 sembra aver ritrovato il giusto equilibrio sebbene non intenda ancora chiudere definitivamente la porta a nessun cattivo E il secondo arco promette ancora di più: arriverà il Joker. E speriamo che stavolta arrivi per restare.


Nessun commento:

Posta un commento