12 aprile 2017

KEROUAC: LA LEGGENDA DI DULUOZ, ORDINE DEGLI EVENTI



Secondo lo stesso Kerouac, i suoi libri dovrebbero leggersi come un'unica grande opera sulla vita e la leggenda di Duluoz, l'alter ego menzionato in molti romanzi (sebbene non sempre l'autore abbia utilizzato questo nome). Sulla falsariga di Proust e della sua Ricerca del tempo perduto, insomma. È su questo proposito, senza dubbio legittimo data la natura autobiografica di tutti i testi di Kerouac, che mi sono basato per scrivere queste impressioni sul suo “romanzo di una vita”.
Esiste un volume antologico intitolato La leggenda di Duluoz, edito da Mondadori, che rappresenta un tentativo di creare un mosaico a senso compiuto attraverso estratti di romanzi diversi (Sulla strada, Dottor Sax, Maggie Cassidy, Angeli della desolazione, I vagabondi del Dharma, Big Sur e altri), da leggersi come capitoli di un unico romanzo. Il risultato è gradevole ma, ovviamente, opinabile: sembra piuttosto un greatest hits selezionato di Kerouac (che comunque esclude molti altri testi che potrebbero essere definiti hits tanto quanto quelli presenti nel libro).
Non è questo che intendeva Jack, il quale piuttosto si immaginava (almeno, a mio parere) di fondere un libro con l'altro rispettando l'ordine cronologico degli eventi, smembrando i romanzi e le antologie dove necessario, ma senza tralasciare alcun episodio o pagina.
Ecco a grandi linee quale potrebbe essere l'ordine di lettura basato sull'ordine degli eventi narrati nei testi principali (i romanzi e parte delle raccolte; ho incluso anche i testi non strettamente autobiografici come Pic o La città e la metropoli perché riflettono comunque il contesto nel quale vengono scritti).

Visioni di Gerard – infanzia 1922-26
Dottor Sax – infanzia 1930-36
Bella bionda e altre storie – “Sul ring” – 1930-32
Diario di uno scrittore affamato – 1930-43
Bella bionda e altre storie – “Natale a casa” – 1932-34
Maggie Cassidy – 1938-40
La città e la metropoli – 1935-46
Bella bionda e altre storie – “Tra i fantastici ingegni...” – 1939-40
Vanità di Duluoz – 1939-46
Il mare è mio fratello – parte 2: Diario di un egocentrico e altri testi – 1939-1941
La vita stregata e altri scritti – 1941-44
Il mare è mio fratello – parte 1 – 1942
Orfeo emerso – 1943-45
E gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche – 1944
Sulla strada – pt.1 estate-autunno 1947; pt.2 inverno 1948-49; pt.3 primavera 1949; pt.4/5 estate-autunno 1950
Visioni di Cody – 1947-52
Pic – 1948-51
Bella bionda e altre storie – “In autobus per il grande West” – febbraio 1949
Viaggiatore solitario – “Moli della notte vagabonda” – dicembre 1951
Viaggiatore solitario – “Messico Fellaheen” – estate 1952
Viaggiatore solitario – “Ottobre nella terra della ferrovia” – ottobre 1952
L'ultima parola. In viaggio. Nel jazz – “Dave” – 1952
Libro degli schizzi – 1952-57
Viaggiatore solitario – “I sozzoni del mar della cucina” – estate 1953
I sotterranei – estate 1953
Libro dei blues – “Richmond Hill Blues” – settembre 1953
Un mondo battuto dal vento. I diari – 1947-54
San Francisco Blues – primavera 1954
Some Of The Dharma / Il libro del risveglio – 1954-56
Libro dei blues – “Bowery Blues” – marzo 1955
Libro dei blues – “McDougal Street Blues” – giugno 1955
Mexico City Blues – agosto 1955
Tristessa – parte I – agosto 1955
Bella bionda e altre storie – “Bella bionda” – settembre 1955
Beat Generation – ottobre 1955
Bella bionda e altre storie – “Sulla strada per la Florida” – 1955
La scrittura dell'eternità dorata – primav 1956
I vagabondi del Dharma – estate 1956
Angeli della desolazione – parte I – estate 1956
Viaggiatore solitario – “Solo sulla cima di una montagna” – estate 1956
Libro dei blues – “Desolation Blues” agosto 1956
Tristessa – parte II – settembre 1956
Viaggiatore solitario – “Il tramonto dell’hobo americano” – settembre 1956
Libro dei blues – “Orizaba 210 Blues” autunno 1956
Vecchio angelo mezzanotte – 1956-59
Viaggiatore solitario – “Grande viaggio in Europa” – primavera 1957
Libro dei blues – “Orlanda Blues” – luglio 1957-febbraio 1958
Angeli della desolazione – parte II – 1957-60
Viaggiatore solitario – “Scene di New York” – 1958
Big Sur – estate 1960
Libro dei sogni – 1952-60
Libro dei blues – “Cerrada Medellin Blues” – giugno-luglio 1961
Satori a Parigi – estate 1965


Nessun commento:

Posta un commento